logo caritas ambrosiana

 

Scommettere sulla carità
È l’ora di una nuova « fantasia della carità »,
che si dispieghi non tanto e non solo
nell’efficacia dei soccorsi prestati,
ma nella capacità di farsi vicini, solidali con chi soffre,
così che il gesto di aiuto sia sentito
non come obolo umiliante, ma come fraterna condivisione.
Dobbiamo per questo fare in modo
che i poveri si sentano, in ogni comunità cristiana,
come « a casa loro ».
Non sarebbe, questo stile, la più grande ed efficace presentazione
della buona novella del Regno?
Senza questa forma di evangelizzazione, compiuta attraverso la carità
e la testimonianza della povertà cristiana, l’annuncio del Vangelo, che pur è la prima carità,
rischia di essere incompreso o di affogare in quel mare di parole a cui l’odierna società della comunicazione
quotidianamente ci espone.

La carità delle opere assicura una forza inequivocabile alla carità delle parole.

Giovanni Paolo II,
Novo Millennio Ineunte, 50
Roma, 6 gennaio 2001

 

Realtà Caritative :